Franca Rame è stata attrice, sceneggiatrice e senatrice italiana. Sempre impegnata nel sociale, ha dedicato il suo lavoro alla rappresentazione di tematiche politiche sensibili, dando voce alle minoranze.

Figlia d’arte, nasce a Villastanza, frazione lombarda, immersa nel mondo del teatro. Cresciuta nell’ambiente, recita con la famiglia fino al suo trasferimento a Milano, dove conosce il futuro marito Dario Fo. Insieme fondano la Compagnia Dario Fo-Franca Rame: i loro spettacoli hanno reso la commedia dell’arte centro culturale di cronaca e attualità.

Collabora con diversi collettivi, producendo spettacoli di satira e controinformazione politica. Attiva nel movimento femminista, interpreta Tutta casa, letto e chiesa; Grasso è bello!; Coppia aperta, quasi spalancata e porta sulla scena Lo stupro, monologo che parla della violenza subita dalla stessa Rame dal fortissimo impatto. Pungente, provocatoria, il suo lavoro in teatro è sempre stato politico: condizione delle donne, aborto, violenza sessuale, fascismo e resistenza sono solo alcuni dei temi affrontati davanti al grande pubblico.

Muore nel 2013, dopo una vita di attivismo, lasciando un segno potente del contributo che può offrire l’arte nelle battaglie civili e sociali.

ritratto di Franca Rame