CULO A CISTERNA!

di Francesco Colombrita Ai tempi del cieco Omero e della divina Saffo si è soliti pensare che l’omosessualità fosse, non solo assolutamente libera da vincoli sociali, ma addirittura la prassi dominante, illustrata per altro da iconografie che mostrano signori barbuti (erastes) approcciare giovani glabri (eromenos). Ahimé, frocie nostalgiche dell’antica Grecia, potrebbe non essere proprio così! … Continua a leggere CULO A CISTERNA!

Condividi su:

“C’E’ UN TURCO, A SHIRAZ, MI DICESSE DI SI’…”

di Francesco Colombrita «In quanto omosessuale non puoi non conoscerlo». Stupita, financo un po’ scandalizzata, chiosava così una mia amica, tazzina di tè accostata al labbro, la mia ignoranza riguardo un poeta dal nome inaudito. Materializzatosi tra le mie mani un libro dal titolo Ottanta canzoni e apertolo con curiosa rapidità, compresi subito la ragione del … Continua a leggere “C’E’ UN TURCO, A SHIRAZ, MI DICESSE DI SI’…”

Condividi su:

Nostra Santità: Konstantìnos Kavàfis

di Giuseppe Rutigliano Alessandria d'Egitto,1863-1933. Kavàfis è stato un noto poeta greco. Egli passa la sua giovinezza in Inghilterra per poi tornare ad Alessandria dove trova lavoro come impiegato al Ministero dei lavori pubblici. Poeta che canta l'amore omosessuale, la vanitas e la morte con uno stile spesso epigrammatico e con rimembranze dell'età ellenistico-bizantina. La … Continua a leggere Nostra Santità: Konstantìnos Kavàfis

Condividi su: