VELATI E SVELATI: SABA, PASOLINI, PENNA

TRE MODI DIVERSI DI ESPRIMERE L'OMOEROTISMO di Donatella Vinci La storia della poesia omoerotica italiana del '900 è una storia di coraggio e paura, libertà, censura e autocensura, i cui effetti persistono, anche nei loro aspetti negativi, fino ai nostri giorni. Ancora oggi a scuola ci raccontano Umberto Saba come il poeta dell'amore coniugale, quello … Continua a leggere VELATI E SVELATI: SABA, PASOLINI, PENNA

Condividi su:

MORSO DI IENA

Quel che resta dopo lo scandalo di Vincenzo Branà Negli anni Settanta del secolo scorso, Pasolini scriveva sul Corsera: “Chi si scandalizza è sempre banale: ma, aggiungo, è anche sempre male informato”. Scandalizzarsi in effetti è ancora oggi il più facile dei conformismi e l’indignazione, specie quella fine a se stessa, è la più imitata … Continua a leggere MORSO DI IENA

Condividi su:

NOSTRA SANTITÀ – PIER PAOLO PASOLINI

di Gian Maria Annovi Vate capovolto, come capovolta era stata la Roma di Stajano, santo e corruttore, frocio e reazionario, ma sempre un passo davanti a noi, Pasolini sembra ancora aggirarsi tra i resti di un’Italia per noi, e per lui, ormai irriconoscibile. Ricoperto – alla stregua del Paese – di una sostanza insieme invischiante … Continua a leggere NOSTRA SANTITÀ – PIER PAOLO PASOLINI

Condividi su: