CUORI IN FALLO

di Gaeta Jones e Linda Green

M_P_99: Care G. e L. ho quindici anni e credo di essere lesbica. La cosa non mi crea molti problemi, solo che mi sono innamorata di una mia compagna di classe. Penso sempre a lei, non faccio che sognarla, mi imbarazza anche solo se ci incrociamo con lo sguardo, ma quando nessuno se ne accorge, durante la lezione, apro le gambe e mi strofino contro la gamba del banco. Cosa posso fare? Devo dichiararmi?

Mia dolce stella, goditi questi sconquassamenti adolescenziali, vivi senza timore alcuno questo tuo essere una giovane Werther, ama nel silenzio dell’impossibilità perché lo stridio dell’ovvio è più sterile di Cartagine. Non fraintendere le mie parole: non ti dico di vivere nell’ombra, circondata da menzogne e sortilegi, no, questo mai! Se la fiumana della passione esonda dal tuo intimo, allora dichiarati alla tua amata. Ma, se puoi, trattieniti: ogni sospiro aprirà in te lo spazio della poesia, ogni dolore dettato dall’impossibilità sarà per te luminosa paideia. Infine, mia M_P_99, ricorda che, come cantano Casale e Di Michele, “Sono gli amori insensati a dare un senso alla vita, a questa musica fragile tra le tue dita, a queste dolci oscenità in una notte che ci somiglia, a questo cercare rime e rubarle tra le tue ciglia”.

Eternamente tua, Linda Green

Figlia mia, devi diventare una stalker. Sai come siete voi ragazze tutte pucci pucci baci e abbracci. Stalle sempre attaccata come una cozza. Ravanala ovunque e tieni sempre pronta la frase: “Ma siamo amiche e ci vogliamo bene pucci pucci miao miao”.  Cerca di diventare la sua migliore confidente, scopri tutti i suoi segreti per poi ricattarla nel momento di un rifiuto da parte sua. Riempila sempre di attenzioni e falle tanti regali. Mi raccomando: completini intimi dai più sbarazzini ai più succinti. Scambiatevi gli indumenti e nell’intimità della vostra cameretta fingete di essere su un set fotografico, con tante pose e sguardi ammiccanti come le Angels di Victoria Secret. Se non hai i soldi rubali dal borsellino di mammà, che poi quando sarai grande ti perdonerà sempre. Fai in modo che i vostri mondi mestruali siano sempre in simbiosi e vedrai che tutto andrà liscio. Fino a quando non te ne trovi un’altra più bella e a mann a fan cul come na sciacquetta qualunque.

Gaeta Jones

pubblicato sul numero 2 della Falla – febbraio 2015

immagine realizzata da Vinnie Palombino, del collettivo artistico Gli Infanti

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *