T-DAYS: ZONA DI POSSIBILITà

di Mizia Ciulini “Papi, è un ragazzo o una ragazza?”. Luca Fontana, drammaturgo e traduttore, forse non avrebbe avuto dubbi, rispondendo a mia figlia, a puntare il dito verso il “mostro medico chirurgico”. Al maschile, ovvio, il transessuale. Rispetto all’estero che dà diversi segni concreti di progressiva civilizzazione sulle questioni di identità di genere, in … Leggi tutto T-DAYS: ZONA DI POSSIBILITà

Condividi su:

T-DAYS: IL CUORE

di Mizia Perché siamo più figh*? Perché siamo alternativ*? Perché, siamo radical chic? Diamanda Gàlas ha sparigliato le carte come al solito, ammantata in una scenografia scarna ed elegante, quasi nel dubbio di un simbolismo volutamente lasciato al caso o esplicito nel richiamare la bassezza alla quale può scendere l’essere (in)umano e la risalita della … Leggi tutto T-DAYS: IL CUORE

Condividi su:

T-DAYS: SCHOOL DAYS

di Mizia Mills Certo che le sovrastrutture culturali... anche dove meno penseresti di trovarle o almeno di percepirne l’influenza! Ti aspetti l’ormone impazzito della conoscenza, la propensione sovversiva e la sana curiosità disincantata della baldanza liceale e trovi invece un silenzio composto. Interlocutorio, quello sì ed è bello. E fiuti che sarà bello. Il confine … Leggi tutto T-DAYS: SCHOOL DAYS

Condividi su:

T-DAYS : HO SCRITTO T’AMO SULLA SABBIA

di Mizia Ne vale la pena? L’assonanza, di per sé, dovrebbe già aiutare a sdrammatizzare uno scenario da tinte fosche, dove la tranquillità notturna si popolerebbe all’improvviso di Madri poco raccomandabili con un cerimoniere inquisitore a chiederti beffardo “Qual è la parte più brutta del tuo corpo?” e tu, davanti all’evidenza, ti augureresti che una … Leggi tutto T-DAYS : HO SCRITTO T’AMO SULLA SABBIA

Condividi su: